Tè Nero Cinese Affumicato Lapsang Souchong

18,00 € / Sacchetto da 100 grammi
affumicatoestate 2022⏰tutto il giorno🌏 Cina

Tè nero cinese affumicato con legno di pino, secondo la tradizione del villaggio di Tong Mu, nei Monti Wuyi.

Seleziona la variante
Seleziona la quantità
Consegna giovedì 7 marzoSpedizioni standard gratuite per ordini sopra i 35,00 € oppure 5,00 € per ordini sotto i 35,00 €Pagamenti sicuri certificati

Descrizione

Tè nero cinese affumicato con legno di pino, famoso proprio per questo aroma che lo rende una scelta amatissima in abbinamento a cibo, sia dolce che salato.

Si ricava da piante da foglia piccola (xiao ye zhong) e il suo nome originale è Zheng Shan Xiao Zhong.

Secondo le fonti storiche, il Lapsang Souchong sarebbe il primo tè nero (tè rosso in cinese, hong cha) che sia stato prodotto. Originario della regione del Fujian, per l'esattezza dai Monti Wuyi e dal villaggio di Tong Mu, si dice sia nato per errore durante una battaglia. Alcuni soldati si sarebbero rifugiati nella casa di un contadino, che stava producendo delle foglie di tè verde. Sdraiandosi sulle foglie di tè lasciate a riposo, e rigirandosi su di esse, i soldati avrebbero aiutato il processo di ossidazione. Le foglie a quel punto non erano più adatte per la produzione di tè verde: allora il contadino decise di continuare la lavorazione, aggiungendo l'essiccazione con legno di pino, portando così alla creazione del primo tè totalmente ossidato e per giunta affumicato.

Liquore ambrato, intenso, aroma affumicato che può essere accostato anche a cibi salati.

Preparazione

  • Infusione Occidentale: 2 grammi di foglie di tè per 200 ml d'acqua a 90°C per 3 minuti
  • Infusione Orientale: 4 grammi di foglie di tè per 200 ml d'acqua a 90°C per 50/50/50/60 secondi

Ingredienti e Materiali

Tè nero cinese affumicato con legno di pino

Selezione di tè nero in foglia a cura di Teatips

Che cos'è il tè nero?

I tè neri sono una tipologia di tè completamente ossidati. Questo significa che le foglie, durante il processo di lavorazione, subiscono una fase di ossidazione, che contribuisce al loro colore più scuro e a un sapore ben distinto.

I tè neri vengono prodotti in Cina, Taiwan, Giappone, Vietnam, India, Sri Lanka, Africa, Georgia.

In Paesi come la Cina, Taiwan e Giappone vengono chiamati tè rossi, da non confondere con il Rooibos, che viene ricavato da un arbusto sudafricano non facente parte della specie della Camellia Sinensis.

In India e Sri Lanka vengono definiti tè neri, dal termine inglese black tea. Infatti questa tipologia era la più apprezzata e commercializzata dagli Inglesi in epoca coloniale.

In tutto il mondo esistono diverse tipologie di tè neri; si connotano generalmente per note più intense di malto, miele e frutta matura, anche se in ogni Paese la tecnica di lavorazione può variare e dare quindi vita a sfumature aromatiche più complesse.

Scopri la collezione Tè nero
Erroneamente si crede che i tè più “delicati”, come verdi o bianchi, siano quelli con meno teina rispetto ai tè neri, scuri e corposi.

Invece non è così semplice.

La caffeina è presente naturalmente nella pianta del tè, la Camellia Sinensis, come difesa contro l’attacco degli insetti.

Esistono però specie e cultivar della Camellia Sinensis, che possono avere livelli più alti o più bassi, in base al loro sviluppo. Quindi, per essere sicuri al 100% di quanta caffeina contengono le foglie del tè che stiamo per bere, dovremmo portarle in laboratorio. Un po’ scomodo, no?

Inoltre se le foglie di un tè sono composte da gemme, o foglie più giovani, queste contengono più caffeina, perché, quando si trovavano sulla pianta, dovevano difendersi dagli attacchi esterni.

Per questo possiamo prediligere tè composti da foglie mature, come il Bancha, o tè ottenuti da rametti o altre parti della pianta del tè, come il Kukicha o il Wild Ya Bao.
Scopri la collezione Poca caffeina
Il tuo carrello
🎁 Aggiungi una confezione regalo
Al momento il tuo carrello è vuoto, ma si riempirà presto di buon tè.
Note e indicazioni speciali